Archivi categoria: adozioni

L’Amore Guarisce di Angela Ferraro

di Angela Ferraro

Buon anno Paolo! Grazie dell’invito!
Il 2019 mi ha trovato felice perché partivo per un mese di missione in Africa con l’associazione  italia Solidale-Mondo Solidale. E’ dal 2015 che sono volontaria responsabile di una missione prima in Uganda e poi in Kenya. Grazie a Italia Solidale posso partecipare alla vita di tanti bambini nelle 125 missioni in India, Africa e Sud America e in particolare dei figli di queste 200 famiglie che a gennaio ho incontrato a Chuka, in Kenya. Tutti questi poveri, sofferenti nell’anima e nel corpo, si impegnano seriamente a risolvere i loro condizionamenti per riscoprire la propria dignità e le proprie forze e arrivare alla libertà, all’indipendenza e alla sussistenza.

Questo nuovo modo di fare adozione e missione è frutto della pluriennale esperienza di Padre Angelo Benolli, fondatore e presidente di quest’associazione onlus di laici con sede a Roma presso la chiesa di Santa Maria del pianto. Padre Angelo, sacerdote di 87 anni, Oblato di Maria vergine, missionario, scienziato, psicoterapeuta e antropologo, ha scritto diversi libri (Dieci punti di sviluppo di vita e missione, Uscire da ogni inganno, La famiglia non si inganna, Il sesso non si inganna, etc) che sono il risultato di 60 anni di incontri per 8 ore al giorno con migliaia di persone di tutto il mondo. Da questa esperienza padre Angelo ha visto che ogni sofferenza attuale nella persona proviene dal fatto che il bambino non è stato amato nel modo e tempo giusto come merita.

Il bambino perciò anche se creato con tutte le sue forze nell’amore, soffre e si difende perché non si sente rispettato dalla famiglia, dalla scuola, dalla società. Se la persona non ha luce su queste sofferenze, così registrate sui suoi neuroni, le ripete. Padre Angelo dà luce sull’inconscio portando la scienza alla fede e la fede alla vita per vedere e risolvere tutti i mali attuali in Italia e nel sud del Mondo. Ormai questa antropologia è conosciuta da circa 2.500.000 persone in Italia, Africa, India e Sud America.
Nel sud del mondo le famiglie si incontrano settimanalmente in piccole comunità di 5 famiglie, collegate ciascuna ad un donatore italiano, leggono i libri di padre Angelo tradotti nelle loro lingua locale e cosi sostenute diventano persone forti e mature, sussistenti e passano dall’assistenzialismo secolare all’indipendenza e alla libertà. Questo ha portato a superare odi tribali, clan, poligamia, alcolismo, stregoneria, dispute per la terra, lotte interreligiose e guerre etniche.

Queste famiglie collaborando con Italia Solidale entrano in un movimento di solidarietà che si continua ad allargare alle famiglie vicine. Il contributo economico di 25 euro al mese arriva direttamente alla famiglia del bambino che cosi viene aiutata insieme alla comunità a rendersi autosussistente spiritualmente e materialmente. Infatti si parte dai bisogni di ciascun bambino per valorizzare la sua innata dignità e permettergli di crescere sviluppando tutta la sua potenzialità. Inoltre si crea una relazione tra la famiglia del sud del mondo e il donatore che la sostiene economicamente attraverso uno scambio di lettere e tanti italiani testimoniano come questa relazione li sta aiutando a vivere con più gioia e forza il difficile quotidiano.

Infatti in questo ultimo viaggio missionario ho visto i volti dei bambini e dei genitori illuminarsi parlando telefonicamente con il donatore italiano, che da parte sua mostrava altrettanta gioia e ringraziava. Perché è vero che salvando un bambino salvi il bambino dentro di te!
Inoltre le famiglie testimoniano questo Carisma e questo amore a persone loro vicine che decidono di adottare un bambino in un’altra parte del mondo. Così i poveri salvano altri poveri!
Anche in tutta Italia leggiamo i libri di padre Angelo con persone disponibili per formare giardini di vita attraverso relazioni vere e rispettose per arrivare così ai gemellaggi in tutto il mondo. Questo movimento di persone per le persone e un serio impegno personale hanno già suscitato tantissime testimonianze di rinascita.

Ho conosciuto Italia Solidale nel 2008 leggendo un articolo sulla rivista mensile gratuita “Acqua e Sapone”. Questo articolo parlava di condizionamenti registrati sui neuroni e ripetuti nel tempo se non vengono riconosciuti e guariti. L’articolo mi ha colpito come persona e come medico e allora ho cominciato a leggere tutto il materiale gratuito presente sul sito web italiasolidale.org.
Nel 2010 sono andata a Roma ho conosciuto personalmente padre Angelo, ho letto i suoi libri e ho seguito la scuola quadriennale non direttiva dei Promotori di sviluppo di vita e missione dove ho ascoltato molte testimonianze anche di persone guarite da malattie. Inoltre ho adottato un bambino ugandese, George, che nel 2013 ho anche abbracciato durante un viaggio missionario. Tutto questo mi sta aiutando a guardare sempre più in profondità nella mia vita per riconoscermi come persona degna di amore e rispetto in questa società dove sei un numero e la fretta e l’efficientismo non permette di fermarti ad ascoltare te stesso e gli altri. Inoltre mi sta aiutando anche nel mio lavoro di medico a vedere che tante sofferenze e malattie vengono da un malessere inconscio profondo, il più delle volte non riconosciuto e quindi non sufficientemente curato con i farmaci.

Soprattutto la missione in Italia e in Africa mi spinge a partecipare alla mia vita e a quella altrui, a testimoniarla, ad aiutare ad avere luce su condizionamenti secolari, ad uscire da isolamento e diffidenza, a diventare persone libere e forti che sanno ben amare e ben lavorare, a relazionarsi nella verità rispettando se stessi e gli altri. A diventare forte come Cristo che prende sempre posizione e dice “si, si e no,no”. A restituire i doni ricevuti perché come dice padre Angelo “se ricevi uno e non restituisci uno e mezzo non sei maschio o femmina”. A sentire le mie energie personali e a scoprire la mia creatività (a seguire la mia meditazione in rime scritta proprio in missione). “E’ talmente degradante rinunciare alla propria piena manifestazione di vita, è così deleterio rinunciare alla forza della propria mascolinità e femminilità, è così infelice non avere la gioia della pienezza della vita nell’amore, che l’impegno principale di ognuno dovrebbe essere proprio quello di raggiungere tali valori”. Da I dieci punti di sviluppo di vita e missione di padre Angelo Benolli. Perché solo l’Amore guarisce!

RICREATA
Non sapevo di amare finché non ho incontrato la vera me che bambina desiderata è stata creata solo da Te. Per anni ho pensato che nessuno mi avesse voluta e mi sono adattata a far la brava per essere un po’ amata. Non è colpa perché anche loro non sono stati amati per i tanti condizionamenti secolari. Ma anni di solitudini e dipendenze mi hanno integrata in altra me.
Paure e false relazioni mi hanno svalutata perché da Te ero separata.

Ti cercavo negli altri ma trovavo solo delusioni e inganni. Ma ora una nuova luce sulla mia vita mi fa ritrovare me bambina che ritorna al Padre Creatore e viene rigenerata nel suo valore.
Solo con Te voglio stare per recuperare felicità e amare. Forza nuova in ogni cellula mi spinge a testimoniare la rispettosa relazione, a rigettare tutta la negatività che ha soffocato la mia dignità. La testimonianza di padre Angelo mi indica la via per essere umile come la Vergine Maria che mentre ci mostra il bambino Gesù piange su ogni ingannata virtù. Ma Lei vuole asciugare tutte le lacrime da me versate, perciò mi invia alla missione dove sperimento che i bambini vengono salvati solo con scambi intensi e veri di vita e si sentono così amati.
Lode a Te Dio Padre che ci doni il Carisma che è la liberazione della tua nuova generazione.